Come Motivarti a Perdere Peso. 16 Modi Che Funzionano. - Motivata a Dimagrire

Come Motivarti a Perdere Peso. 16 Modi Che Funzionano.


1. Scegli un obiettivo realistico.

Motivarti a perdere peso, quando pensi di ottenere un risultato molto lontano dalla tua portata, è difficile.

Se dici a te stessa che vuoi perdere 10 chili in un mese stabilisci un obiettivo astratto poco concreto e sicuramente non raggiungibile senza molta attività fisica.

Quindi se non sei una persona che fa già attività fisica non vedrai risultati immediati e alla fine non avrai voglia di allenarti e dovrai combattere la tentazione di rimandare e saltare i tuoi allenamenti.

Non è un buon metodo per iniziare a perdere peso e impostare un nuovo stile di vita più sano.

Avere un obiettivo realistico lo rende fattibile e, quando vedi i primi cambiamenti e inizia perdere peso, anche poco, ti senti subito meglio.

Se sei più contenta, sei molto più predisposta a raggiungere il tuo traguardo e a mantenere l’impegno con te stessa.

Quindi allo scopo di continuare a dimagrire, sarà molto più facile procedere con calma e costanza.

Puoi addirittura scegliere, come obiettivo per il primo mese, non quanto peso vuoi perdere, ma quali cibi, molto grassi o zuccherati, limitare o ridurre drasticamente.

Credimi, è molto più facile non mangiare patatine fritte per un mese che perdere dieci chili in un mese.

Inizia con un impegno semplice che sai di poter rispettare e gestire.

Riuscirci ti darà fiducia e la motivazione per continuare a dimagrire.


2. Cerca qualcuno con cui stai bene e che vuole dimagrire insieme a te.

Trovare una compagna di dimagrimento ti permette di condividere con un’altra persona quello che stai affrontando, in questo modo è molto meno stressante, soprattutto a livello mentale.

Hai qualcuno con cui confrontarti e che ti può aiutare se i risultati tardano ad arrivare o se cala la tua motivazione.

Quando sei in due è molto più difficile mollare, rimandare o trovare scuse.

Invece, quando ti assumi la responsabilità con qualcun altro, non puoi tirare fuori scuse con te stessa come: “Salterò solo un allenamento, non è la fine del mondo” o “Questo è solo il terzo hamburger che mangio. E questa volta, non ho nemmeno aggiunto il formaggio!”.

C’è qualcun’altro che ti sostiene per raggiungere insieme il risultato.

A seconda dell’obiettivo che vuoi raggiungere, una amica dovrebbe aiutarti a mangiare meglio, allenarti di più o entrambe le cose.

Potrebbe tornarti utile anche solo avere compagnia per fare la spesa!

Devi semplicemente assicurarti di scegliere qualcuno che ti consenta di affrontare serenamente il processo, non una che la trasformerebbe in una gara.

Si dice, mal comune, mezzo gaudio ma se trovi un’amica con cui dimagrire insieme il divertimento e la motivazione non mancheranno mai.

3. Iscriviti a un corso.

Non per tutte è possibile avere una amica disponibile con cui allenarsi.

La soluzione è: iscriviti a un corso.

Sarà come avere:

  • Compagne di avventura. Non sarai sola.
  • Qualcuno che ti ti sprona ad essere presente e non rimandare. L’istruttore ti farà sentire in colpa quando mancherai (e così sai che, se non a te stessa, a qualcuno dovrai rendere conto).
  • Un po’ di pressione per non restare indietro rispetto agli altri, e se hai scelto una cosa che ti piace, questa è una motivazione fortissima.

Vedrai che queste tre cose insieme ti terranno molto motivata sul tuo obiettivo di dimagrire.

La cosa importante è che scegli una cosa che ti piace, e che non sia una fatica immane fuori dalla tua portata.

Vuoi imparare a ballare? Iscriviti a un corso di danza.

Vuoi sfogare la tua rabbia? Prova il kickboxing.

Vuoi rilassarti? Yoga.

Le opzioni disponibili sono veramente tante.

Tutto quello che devi fare è informarti un po’ in giro.

Prova a cercare su google: corso +(attività fisica che ti piacerebbe fare) +(nome tua città).

4. Scrivi i tuoi progressi su un diario.

Scrivere dei tuoi progressi nel dimagrire rende tutto concreto e contribuisce molto a tenerti motivata.

Scrivi un diario dedicato all’attività fisica e all’alimentazione.

Puoi utilizzarlo per annotare tutto quello che fai quotidianamente, quante calorie hai bruciato, quanto ti sei avvicinata al traguardo e le scelte alimentari che stai provando.

Aggiungi anche le tue sensazioni al riguardo, gli ostacoli affrontati e quello che provi di fronte ai progressi.

Ecco alcune idee per annotare i tuoi progressi di dimagrimento:

  • A margine della tua agenda;
  • In un quaderno “Appunti per dimagrire” da tenere a parte;
  • Un modo facile è scrivere il diario su dei fogli che trovi in giro, mano a mano che ti viene l’urgenza di farlo e poi metterli in una scatola. L’importante è che scrivi su ogni foglio la data. Poi quando hai tempo tiri fuori la scatola e li riordini per data, così hai anche l’opportunità di rileggere cosa avevi scritto in passato e fare un confronto. Questo ti motiverà molto.
  • Se poi, come me hai sempre lo smartphone in mano, il modo più semplice è scrivere una email e inviarla a te stessa. Non ti immaginare di dover scrivere un poema ogni volta. Bastano 5 minuti in metropolitana o mentre aspetti i figli all’uscita della scuola. Se hai qualcosa da dire, te la scrivi, altrimenti ti leggi le email che ti sei inviata in passato e le confronti con come ti senti ora. Diventerà una piacevole abitudine che ti aiuta a rimanere motivata.

Devi semplicemente assicurarti di scrivere questo diario con costanza.

Ti aiuterà molto a rimanere motivata a dimagrire.

5. Assumi un personal trainer.

Se proprio vuoi strafare con l’attività fisica e non hai un’amica disponibile a spronarti costantemente allora puoi ricorrere ad un personal trainer.

Devi però trovarne uno che si adatti alla tua personalità.

Chiedi in giro per trovarne uno che abbia una buona reputazione, e lavora solo con quelli che sanno chiaramente cosa fare e rispettano i tuoi obiettivi di dimagrimento.

Se puoi, fai prima una prova gratuita per conoscerne alcuni.

È importante che tu ti senta a tuo agio, perché se ti mette a disagio, finirai per abbandonare.

Generalmente, qualsiasi palestra può indicarti un buon allenatore a cui rivolgerti.

Comunque, se sei proprio motivata a dimagrire e non hai mai fatto molta attività fisica, iniziare con un corso collettivo è più economico e semplice.

E poi conoscerai persone nuove.

6. Iscriviti a una gara o a un saggio.

Quando sei costretta ad allenarti perché hai una “data di scadenza” ufficiale, è subito chiaro quello che devi fare e questo ti aiuta tantissimo a non mollare.

Se sei all’inizio della tua attività fisica e, ad esempio, hai iniziato a correre, non scegliere una gara impossibile.

Può bastare una corsa di 5 chilometri nella tua città, magari in compagnia.

Se la data è troppo vicina, non c’è problema, iscriviti a una corsa che si terrà più avanti.

Sapere la data ti motiverà ad alzarti dal divano per allenarti e se lo fai con una amica può diventare una esperienza che vi lega ancora di più, motivando entrambe.

Sono disponibili molti programmi e app di allenamento che possono aiutarti a passare dal divano a una maratona alternando tra camminata e corsa.

Ci sono siti con liste esaurienti delle gare podistiche che si tengono in Italia.

Spesso le gare hanno anche una parte non competitiva a cui puoi provare a partecipare la prima volta.

Quindi, niente scuse.

Se correre non fa per te, e preferisci altre attività, ricorda che molti corsi prevedono un saggio di fine anno.

Non tirarti indietro, partecipa.

Sarà il tuo obiettivo.

Considerala una divertente ricompensa finale per gli sforzi che hai fatto e in quell’occasione goditi tutti i progressi che hai fatto dal giorno in cui hai iniziato. 

7. Trova una vecchia foto in cui sei in forma.

Sono sicura che hai almeno una foto di qualche tempo fa e quando la guardi pensi: “Ehi, non so che cosa mi sia successo! Se solo potessi tornare a essere così!”.

Cerca quell’immagine in cui eri più magra e attaccala al frigorifero o allo specchio del bagno, oppure fagli una foto e usala come sfondo del telefono. Insomma, mettila in un posto dove la vedi spesso e ti ricorda che hai preso un impegno con te stessa a provare di nuovo la sensazione di benessere di allora.

Quando hai deciso che vuoi provare a dimagrire ad assomigliare di nuovo alla te di quella foto, un po’ alla volta capirai che è fattibile e che tu puoi farcela!

Ricordare ogni giorno che in passato ce l’hai fatta ti aiuterà a rimanere motivata a dimagrire ti farà sembrare molto più facile l’impegno a dimagrire che hai preso con te stessa.

Alla fine sarà più facile rimanere in carreggiata.

8. Tira fuori dal armadio quel vestito che ti piace tanto e in cui non entri più.

Tienilo in vista, appeso ad una gruccia.

Questo funziona, è un modo pratico per ricordarti ogni giorno che vuoi sentirti meglio e dimagrire.

Prendi dal tuo armadio un pantalone o una gonna in cui entri un po’ stretta e hai smesso di indossare per questo motivo.

Invece di nasconderli mettili in bella vista, appendili nella stanza da letto.

Staranno lì e non li toglierai via, ogni tanto li riprovi e usali come misura per capire i tuoi progressi.

Quando raggiungerai il tuo obiettivo, li troverai comodi di nuovo e potrai indossarli per uscire, senza doverli appendere di nuovo.

Immagina come ti sentirai?

La risposta è: incredibilmente bene.

Sono sicura che anche tu hai un pantalone del genere nel armadio, ma se proprio non lo trovi o è un po’ fuori moda o li hai già gettati, esci a compratene un paio che ti piacciono, ma di una taglia più stretta di quelli che ti vanno comodi.

Sai come si dice: i progressi si fanno quando esci dalla tua “comfort zone”.

Vale anche per i pantaloni.

9. Parla dei tuoi piani per dimagrire con chi ti è vicino.

E’ importante che condividi la tua intenzione di dimagrire con le persone che stanno attorno a te.

E’ un metodo infallibile per rimanere più motivata.

Gli amici o i familiari possono aiutarti molto quando sei motivata a dimagrire, sia evitando di indurti in tentazione sia condividendo con te qualche piccolo sacrificio… che magari fa bene anche a loro.

Dirlo alle persone che vivono sotto il tuo stesso tetto è assolutamente fondamentale.

Possono aiutarti a rispettare le tue decisioni alimentari e tenere alla larga le tentazioni.

Magari potrebbero anche finire per unirsi a te! 

10. Leggi le storie di altre che sono riuscite a dimagrire.

Vedere che molte altre persone hanno affrontato le tue stesse difficoltà è un buon incentivo a rimanere motivata nella tua intenzione di dimagrire.

Perché mai non potresti essere tu una di queste persone?

Devi ricordare una cosa: puoi farlo, e ce le farai.

Le storie che parlano di dimagrimenti avvenuti con successo sono reperibili un po’ ovunque su internet, evita quelle troppo miracolose, di solito non sono proprio vere.

Però ce ne sono tante di donne che sono riuscite nel loro intento di dimagrire, magari anche solo di pochi chili che comunque le fanno stare meglio.

Leggere le loro storie ti aiuta a mantenere alta la tua voglia di raggiungere lo stesso obiettivo e a ricordarti che anche tu puoi dimagrire in salute con un po’ di sacrificio.

Su internet ce ne sono migliaia.

Non solo ti motiveranno, possono essere usati anche come risorse per imparare modi nuovi e divertenti di stare in forma.

11. Decidi come premiarti.

Molta della fatica che fai a dimagrire è data dalla resistenza della mente ai cambiamenti.

Cambiare abitudini è un ostacolo più mentale che fisico, ma è fondamentale per iniziare a dimagrire e mantenere nel tempo il tuo peso forma.

Ma c’è un modo per farcela: crea un sistema di ricompense che faccia al caso tuo e vedrai che la tua testa ti seguirà nell’impresa di dimagrire.

Qualcuna preferisce un sistema a punti.

Per ogni buona decisione (sia riguardo a ciò che mangi sia riguardo alla attività fisica che fai), ottieni un punto.

Una volta raggiunti 100, concediti un premio, qualcosa che sia di tuo gradimento (come un massaggio, un weekend fuori o la visita ad una amica lontana che non vedi da tempo).

Deve essere qualcosa che desideri tanto è che non sia troppo facile da ottenere.

Qualcuna preferisce ripagare i propri progressi con del denaro.

Ogni volta che ottieni buoni risultati, conserva dei soldi in un barattolo.

Li userai per premiarti, qualunque gratificazione tu abbia scelto.

Quando crei il tuo sistema per ricompensarti in base a quanto rimani motivata a dimagrire, non pensare solo a un premio finale.

Stabilisci degli obiettivi intermedi più piccoli e raggiungibili.Ad esempio puoi gratificarti dopo una certa quantità di chilometri corsi, calorie bruciate, chili persi o giornate trascorse senza mollare.

Può essere anche solo: “per una settimana niente spuntini dopo l’ora di cena”, segnati sul calendario ogni giorno finito bene e se ci riesci, premiati!

L’importante è che crei un metodo di premi costanti che ti aiutino a non perdere di vista l’obiettivo.

12. Pensa positivo.

Se quando parli del tuo peso o pensi a te stessa ti dici sempre: “Sono troppo grassa, non farò mai progressi”, fai attenzione.

Il rischio che corri è che poi quello che pensi si avvererà.

Finisce che una tua supposizione a proposito del tuo peso o dei motivi per cui non riesci a dimagrire, seppur inizialmente infondata, possa realizzarsi confermandosi reale, solo per il fatto di essere creduta.

Insomma, se ti ripeti: “non riesco a dimagrire”, finisce che non ci riuscirai mai perché le tue aspettative rispetto a questo evento possono influenzare in modo negativo il tuo comportamento.

Cambia il tuo modo di pensare.

Fai spazio al pensiero positivo.

Quando inizi a pensare positivo, l’idea di superare con successo qualcosa di difficile diventa più credibile perché stai meglio con te stessa.

Sai che puoi farcela.

E ce la farai.

Se il pensiero positivo ti riesce particolarmente difficile (il che è totalmente normale), ogni giorno ritagliati qualche minuto per concentrarti su questo.

Quando cominci a pensare negativamente, fermati e ricomincia.

Cosa ti piace di te stessa? Cosa piace agli altri di te? Cosa sai fare bene?

Nel tempo, diventerà sempre più facile, sarà come bere un bicchiere d’acqua.

13. Decidi quale è il tuo ritmo.

Ritmo, il ritmo è fondamentale per rimanere motivata quando hai in mente il proposito di dimagrire.

Soprattutto quando inizi a fare attività fisica o a cambiare in meglio la tua alimentazione, non strafare.

E’ inutile che corri 10 chilometri e poi sei disfatta e non lo fai più per 15 giorni.

Per iniziare, molto meglio 2 chilometri ma tre volte a settimana.

E’ inutile che cammini 4 ore con le amiche, però poi ci torni il mese dopo.

Molto meglio un’ora di buon passo almeno due volte alla settimana.

E’ inutile che togli del tutto qualche alimento che ti da soddisfazione se poi ti abbuffi di altro.

Molto meglio ridurre un po’ le dosi o concedersi quella cosa che ti piace tanto solo una volta a settimana, almeno all’inizio fino a quando prendi una nuova abitudine.

Insomma, il concetto è che invece di rischiare momenti di totale inattività, dovresti stabilire un ritmo equilibrato.

Esagerare, in un senso o nel altro, è sempre dannoso per il corpo.

Fai solo quello che puoi, in modo che il fisico possa tenerti testa.

Una volta che avrai compreso le parti facili e quelle più difficili, aggiusta la tua attività di conseguenza.

Un poco alla volta, vedrai che ci riuscirai e anche la tua motivazione a continuare a dimagrire sarà più forte.

14. Rendi il tuo l’allenamento più divertente.

È frustrante, ma succede.

Magari fai molta attività fisica, e sembra che quei 5 kg superflui non abbiano voglia di andarsene.

Se ti ritrovi in una situazione del genere, devi cambiare un po’ le tue abitudini.

La routine annoia mente e corpo.

Prova delle variazioni mescolando corse all’aria aperta e lezioni in palestra interessanti, oppure stabilisci un nuovo obiettivo di esercizio specifico.

Se detesti l’esercizio fisico con tutta te stessa, non perdere tempo.

Non ti piace correre? Non c’è problema, non farlo.

Se odi l’attività che hai scelto, meglio lasciare stare.

Investi tempo ed energie in uno sport che ti faccia stare bene mentre ti ci dedichi, che possa diventare un hobby a lungo termine.

Lo stesso vale per l’alimentazione, nonostante le tue attenzioni a tavola, ti ritrovi a perdere poco o niente.

Prova a variare.

Se hai iniziato a mangiare più verdure e frutta, inizia a pensare come puoi renderle più gradevoli, o come trasformarle in uno snack che puoi portare al lavoro. 

15. Non è una dieta. Hai scelto di trattarti meglio.

Quando decidi di passare ad una alimentazione più sana e regolare perché vuoi dimagrire è importante dire a te stessa e agli altri che evitare certi cibi è una scelta, non un obbligo.

Impegnarsi, parlandone con altri, migliora la capacità di attenersi alle proprie risoluzioni.

Allo stesso modo, prova a considerare l’esercizio come parte della tua routine quotidiana invece di un obbligo.

16. Conta i progressi che fai.

Se l’obiettivo che ti dai è generico, tipo : “voglio dimagrire” è difficile rimanere motivata, è troppo vago e non riesci a vedere risultati giorno per giorno.

Ma se ti dico di “contare” allora tutto cambia, perché è qualcosa che puoi toccare con mano e su cui hai un riscontro immediato.

Quindi qui l’idea è di migliorare i tuoi numeri, ecco un paio di esempi:

  • Quanti minuti di camminata fai in una settimana?Se la settimana scorsa non hai fatto nulla e questa ti organizzi per andare due volte e fare 30 minuti alla volta, a fine settimana avrai fatto 60 minuti. Non è molto, ma è già molto meglio! Datti un obiettivo fattibile…tipo: arrivare a 500 minuti entro dieci giorni e quando lo raggiungi datti un premio.
  • Se hai un contapassi nello smartphone (cerca bene, dovrebbe esserci di sicuro) puoi sommare i passi giornalieri che compi. Scrivili sulla tua agenda o sul calendario a fine giornata, prima di andare a letto. E a fine settimana sommali. Punta a farne 10.000, poi 50.000. E’ un bel numero e già rappresenta un risultato che puoi misurare facilmente e confrontare con i risultati dei giorni precedenti. Ti aiuterà a rimanere più motivata.

E così via, procedi sommando quelli che fai ogni volta per arrivare ad un obiettivo settimanale o mensile.

Mi raccomando scriviti i risultati bene in vista.

Confrontare i risultati parziali che ottieni ti farà venire voglia di migliorarli un po’ ogni giorno.

Questo unito alla sensazione di benessere che il movimento fisico produce sarà un ottimo incentivo a non mollare.